HomeBlogLa Dieta Chetogenica - Chetosi e digiuno

La Dieta Chetogenica – Chetosi e digiuno

La dieta chetogenica e la pratica del digiuno, nelle sue varie forme, sono protocolli alimentari molto noti che spesso vengono utilizzati contemporaneamente.
Una dieta si definisce chetogenica quando l’apporto di carboidrati è particolarmente ridotto, innescando il meccanismo di chetosi. Non esiste una sola dieta chetogenica ma diversi protocolli che si differenziano tra loro per indicazione e, di conseguenza, per l’apporto proteico, lipidico e calorico.
Allo stesso modo, sotto il nome di digiunoterapia vengono raggruppati una serie di protocolli alimentari che prevedono l’astenersi dal mangiare per periodi che vanno dalle poche ore ad intere giornate.
Entrambi i protocolli sono molto in voga ed hanno diversi punti in comune: basti pensare che la forma più elementare di chetosi è appunto il digiuno.
Se applicati correttamente, entrambi i protocolli vantano alti profili di efficacia per diverse indicazioni e possono avere una finalità terapeutica oppure essere utilizzati per perdere peso.
Molto spesso vengono applicati contemporaneamente, purtroppo a sproposito, proprio a scopo dimagrante.
Dimagrire infatti significa perdere peso perdendo massa grassa.
Altre forme di perdita peso sono la disidratazione ed il deperimento. La disidratazione è a carico della componente idrica, il deperimento di quella muscolare.
Una dietoterapia dimagrante dovrebbe, attraverso il deficit calorico, assicurare il raggiungimento dello scopo garantendo il miglior stato di salute possibile ed il mantenimento sul lungo periodo del risultato raggiunto.
Purtroppo però, in ambito dimagrante, il successo della dieta è confuso con un effetto collaterale da evitare assolutamente. Molto spesso si confonde il dimagrimento con il deperimento, cercando unicamente una generalizzata perdita di peso.
Arrivare ad un determinato peso non garantisce, ipso facto, il raggiungimento dell’obiettivo, al contrario tutto dipende da quale massa si è persa e quale compartimento corporeo è stato coinvolto. Il dovere di un professionista della nutrizione dovrebbe essere quello di saper discriminare il dimagrimento dal deperimento, aprendo quella scatola nera che è il corpo umano, valutato in genere solo con la bilancia, e sottoponendolo ad una più approfondita analisi compartimentale che sappia discernere le masse che compongono il peso totale.
L’auspicabile forma di perdita di peso è il dimagrimento, mentre il deperimento è, nella stragrande maggioranza dei casi, attribuibile ad un insufficiente apporto proteico.
Come noto, il turnover proteico è circadiano e riscontrabile attraverso l’eliminazione urinaria dell’azoto.
Ossia, analizzando la quantità di azoto escreta, principalmente ma non esaustivamente attraverso l’emuntorio renale, è possibile determinare quale sia il fabbisogno proteico dell’individuo.
L’apporto proteico totale dovrebbe essere in grado di pareggiare le escrezioni di azoto, garantendo, in questo modo, il mantenimento della componente muscolare.
In effetti, all’interno del complesso sistema-organismo, la massa muscolare ha, tra gli altri compiti, quello di fungere da riserva proteica per elementi che possiedono una velocità di turnover maggiore come, solo per citarne alcuni, gli anticorpi nonché moltissimi complessi enzimatici.
In pratica, garantendo il corretto apporto proteico, assicuriamo il mantenimento della massa muscolare che altrimenti sarebbe intaccata fungendo, appunto, da riserva proteica.
Come noto però dalla massa muscolare particolarmente ricca in mitocondri deriva buona parte del nostro dispendio energetico basale.
Non pareggiare l’escrezione di azoto significa, in ultima analisi, perdere peso perdendo muscolo e, di conseguenza, abbattere il valore di dispendio metabolico compromettendo, in questo modo, salute ed il mantenimento del risultato sul lungo periodo.
Con queste premesse appare evidente come la dieta chetogenica ed il digiuno possano coesistere solo se in grado di assicurare il corretto apporto proteico nell’arco delle ventiquattro ore.
Abbandonare il concetto errato di peso-ideale su cui parametrare l’apporto proteico e stimare il corretto intake di proteine sulla reale composizione corporea è il primo, fondamentale passo.
Determinato infatti quante proteine assumere nell’arco della giornata, un nutrizionista esperto saprà suddividere la quantità totale nell’ambito delle ventiquattro ore o di un range temporale più ristretto, rispettando quindi i dettami di un’efficace digiunoterapia. Se la dieta scelta sarà pressoché priva di carboidrati, accanto al digiuno si otterrà anche una dieta chetogenica.
La scelta dei corretti apporti nutrizionali, e nello specifico proteici, è la chiave di volta per garantire il mantenimento della massa muscolare ed il raggiungimento dell’obiettivo, esaltando in un’azione sinergica le migliori potenzialità di entrambe le dietoterapie.

Dieta chetogenica e digiunoterapia sono spesso abbinate. Pur vantando enormi benefici singolarmente, non sempre questa “coppia” è bene assortita e salutare.

La dieta chetogenica e la pratica del digiuno, nelle sue varie forme, sono protocolli alimentari molto noti che spesso vengono utilizzati contemporaneamente.
Una dieta si definisce chetogenica quando l’apporto di carboidrati è particolarmente ridotto, innescando il meccanismo di chetosi. Non esiste una sola dieta chetogenica ma diversi protocolli che si differenziano tra loro per indicazione e, di conseguenza, per l’apporto proteico, lipidico e calorico.
Allo stesso modo, sotto il nome di digiunoterapia vengono raggruppati una serie di protocolli alimentari che prevedono l’astenersi dal mangiare per periodi che vanno dalle poche ore ad intere giornate.
Entrambi i protocolli sono molto in voga ed hanno diversi punti in comune: basti pensare che la forma più elementare di chetosi è appunto il digiuno.
Se applicati correttamente, entrambi i protocolli vantano alti profili di efficacia per diverse indicazioni e possono avere una finalità terapeutica oppure essere utilizzati per perdere peso.
Molto spesso vengono applicati contemporaneamente, purtroppo a sproposito, proprio a scopo dimagrante.
Dimagrire infatti significa perdere peso perdendo massa grassa.
Altre forme di perdita peso sono la disidratazione ed il deperimento. La disidratazione è a carico della componente idrica, il deperimento di quella muscolare.
Una dietoterapia dimagrante dovrebbe, attraverso il deficit calorico, assicurare il raggiungimento dello scopo garantendo il miglior stato di salute possibile ed il mantenimento sul lungo periodo del risultato raggiunto.
Purtroppo però, in ambito dimagrante, il successo della dieta è confuso con un effetto collaterale da evitare assolutamente. Molto spesso si confonde il dimagrimento con il deperimento, cercando unicamente una generalizzata perdita di peso.
Arrivare ad un determinato peso non garantisce, ipso facto, il raggiungimento dell’obiettivo, al contrario tutto dipende da quale massa si è persa e quale compartimento corporeo è stato coinvolto. Il dovere di un professionista della nutrizione dovrebbe essere quello di saper discriminare il dimagrimento dal deperimento, aprendo quella scatola nera che è il corpo umano, valutato in genere solo con la bilancia, e sottoponendolo ad una più approfondita analisi compartimentale che sappia discernere le masse che compongono il peso totale.
L’auspicabile forma di perdita di peso è il dimagrimento, mentre il deperimento è, nella stragrande maggioranza dei casi, attribuibile ad un insufficiente apporto proteico.
Come noto, il turnover proteico è circadiano e riscontrabile attraverso l’eliminazione urinaria dell’azoto.
Ossia, analizzando la quantità di azoto escreta, principalmente ma non esaustivamente attraverso l’emuntorio renale, è possibile determinare quale sia il fabbisogno proteico dell’individuo.
L’apporto proteico totale dovrebbe essere in grado di pareggiare le escrezioni di azoto, garantendo, in questo modo, il mantenimento della componente muscolare.
In effetti, all’interno del complesso sistema-organismo, la massa muscolare ha, tra gli altri compiti, quello di fungere da riserva proteica per elementi che possiedono una velocità di turnover maggiore come, solo per citarne alcuni, gli anticorpi nonché moltissimi complessi enzimatici.
In pratica, garantendo il corretto apporto proteico, assicuriamo il mantenimento della massa muscolare che altrimenti sarebbe intaccata fungendo, appunto, da riserva proteica.
Come noto però dalla massa muscolare particolarmente ricca in mitocondri deriva buona parte del nostro dispendio energetico basale.
Non pareggiare l’escrezione di azoto significa, in ultima analisi, perdere peso perdendo muscolo e, di conseguenza, abbattere il valore di dispendio metabolico compromettendo, in questo modo, salute ed il mantenimento del risultato sul lungo periodo.
Con queste premesse appare evidente come la dieta chetogenica ed il digiuno possano coesistere solo se in grado di assicurare il corretto apporto proteico nell’arco delle ventiquattro ore.
Abbandonare il concetto errato di peso-ideale su cui parametrare l’apporto proteico e stimare il corretto intake di proteine sulla reale composizione corporea è il primo, fondamentale passo.
Determinato infatti quante proteine assumere nell’arco della giornata, un nutrizionista esperto saprà suddividere la quantità totale nell’ambito delle ventiquattro ore o di un range temporale più ristretto, rispettando quindi i dettami di un’efficace digiunoterapia. Se la dieta scelta sarà pressoché priva di carboidrati, accanto al digiuno si otterrà anche una dieta chetogenica.
La scelta dei corretti apporti nutrizionali, e nello specifico proteici, è la chiave di volta per garantire il mantenimento della massa muscolare ed il raggiungimento dell’obiettivo, esaltando in un’azione sinergica le migliori potenzialità di entrambe le dietoterapie.

Corsi e convegni futuri

Ultimi convegni

Ultimi corsi

Testimonianze

Dott. Marco Marchetti
5.0
Basato su 24 recensioni
powered by Facebook
Paolo Giovannelli
Paolo Giovannelli
19:44 06 Jun 23
Mi sono rivolto allo studio Marchetti dopo aver verificato i risultati di mia moglie che dopo anni è riuscita a dimagrire bene e stabilmente, senza attacchi di fame ed utilizzando i cibi "consueti" e di stagione. Ho raggiunto gli obiettivi che mi ero proposto, adottare un'alimentazione corretta e bilanciata e 10% di perdita ponderale. Sono professionisti che conoscono a fondo la materia.
Vincenza Fuzio
Vincenza Fuzio
09:52 03 Jun 23
Ho avuto la fortuna dii conoscere il Dott. Marchetti qualche mese fa, al primo colloquio ho capito subito che avrei potuto affidarmi a lui per il raggiungimento dei miei obbiettivi di salute e fisici. Con la sua professionalità e competenza oltre alla capacità di ascolto empatico i risultati non hanno tardato ad arrivare. Molto soddisfatta pertanto non posso fare altro che diffondere la mia... esperienza. 😊leggi di più
Rocco Crocetti
Rocco Crocetti
11:18 14 Sep 22
Ho avuto la fortuna di seguire un corso con il Prof.Marchetti ed è stato entusiasmante.
Poi mia moglie cercava qualcuno che la “educasse” su come scegliere e organizzare il suo regime alimentare quotidiano e cosi abbiamo scelto Marco.
Ti ascolta e senza mai perdere di vista i tuoi bisogni costruisce la
dieta per far si che si raggiunga l’obiettivo.
Già dopo il secondo incontro erano... evidenti i miglioramenti.
Una perla rara nell’ambito della nutrizione!
Grazie Dottore!
leggi di più
Emanuela Di Marco
Emanuela Di Marco
09:02 16 Jul 22
Grazie al mio percorso con lui oltre ad aver raggiunto il peso desiderato, ho avuto modo di cambiare completamente stile di vita, ritrovare tutta l'energia per affrontare il mio quotidiano, ma soprattutto ho avuto riscontro positivo anche in ambito medico in una situazione in cui secondo la medicina non si sarebbe potuto evitare il peggio. Non posso che promuovere il suo lavoro che svolge con... grande impegno e professionalità lo consiglio vivamente!!!leggi di più
Sandra Di Meo
Sandra Di Meo
09:17 04 Jul 22
Circa 2 anni fa ho iniziato il percorso con il Dottore e la sua équipe, meritano tutto il mio ringraziamento e riconoscimento, sono veramente favolosi. Grandi professionisti che hanno trovato la chiave corretta per farmi raggiungere l'obiettivo con entusiasmo e senza forzature. Grazie sono super contenta di avervi conosciuto!👏👏👏
Martina Sera
Martina Sera
19:21 25 Jun 22
Be che dire… molto più che professionista.
Ormai frustata da una vita di diete e regimi alimentari senza risultati.
Il dott. Marchetti era la mia ultima spiaggia nel bene o nel male.
Ed ora finalmente grazie al Dott. Ho raggiunto il mio obiettivo💪🏼
Cristina Faro
Cristina Faro
09:27 30 Mar 22
Buongiorno! Quando mi sono rivolta al dottor Marchetti l'ho fatto su suggerimento di un collega ed i miei obiettivi erano 2: perdere un paio di kg e stabilire un'alimentazione sana che mi potesse accompagnare per tutta la vita. Entrambi gli obiettivi sono stati raggiunti in sole 3 sedute. Anche il mio compagno è seguito dal dottor Marchetti, per obiettivi diversi, ma non posso che consigliarvi di... fare lo stesso. Sono totalmente soddisfatta💪leggi di più
Marco Polzoni
Marco Polzoni
18:43 29 Sep 21
Io e mia moglie abbiamo avuto la fortuna di conoscere il dottor Marchetti che oltre ad averci portato a risultati insperati ci ha sempre fatto trovare a nostro agio grazie alla sua cordialità, simpatia e professionalità. Molto apprezzabile la sua disponibilità ad ascoltare e a spiegare ciò che non risulta chiaro. Un ottimo professionista che salutiamo con simpatia.
Paola e Marco
Erik d'Atri
Erik d'Atri
17:03 31 Aug 21
Persona super preparata e di una gentilezza squisita. Un piacere averlo conosciuto
Cecilia Pugini
Cecilia Pugini
18:24 07 Sep 20
Trovo il Dottor Marchetti un professionista molto preparato, disponibile e sempre gentile ...
Lo consiglio vivamente !
Simo Netta
Simo Netta
04:53 18 Jul 20
Approfitto di questo spazio per ringraziare il Dott. Marchetti che mi ha accompagnato con professionalità costanza e dedizione verso il mio intenso seppur breve percorso. In meno di 4 mesi ho raggiunto i risultati sperati (-6 kg) acquisendo con lui una cultura dell'alimentazione che sono certa mi consentirà di mantenere i risultati ottenuti a lungo termine.
Patrizia Turchetti
Patrizia Turchetti
08:01 18 Jun 20
ho 56 anni ed ho molte patologie ho subito una nefrectomia,ho la fibromialgia e...altre sindromi troppo complesse insomma una bella gatta da pelare.il dottor marco marchetti non mi ha mai lasciato anche durante la pandemia e il lockdown,sempre seguita e consigliata.persona molto molto seria competente gentile e disponibilissima.grazie
Chiara Parlani
Chiara Parlani
15:19 02 Apr 20
Sono una biologa nutrizionista e ho avuto il piacere in più occasioni di seguire le lezioni del Dott Marchetti sulla dieta chetogenica. Consiglio i suoi corsi (in particolare quelli organizzati da amoecm) a tutti i professionisti che vogliano davvero imparare ad elaborare protocolli chetogenici ed essere pronti a proporli in studio, per la sua preparazione, la completezza e l'utilità del... materiale fornito, per l'approccio estremamente pratico e concreto (fondamentale per essere in grado di scrivere un protocollo) e per la sua grande disponibilità anche in seguito riguardo chiarimenti e consigli. Grande stima e un grande grazie.leggi di più
Piero Boriolo
Piero Boriolo
17:30 15 Dec 19
Esperto nutrizionista e dietologo
Vanessa Marcellino
Vanessa Marcellino
17:22 15 Apr 19
Professionista super competente! Se ti da quelle indicazioni e tu le segui (nulla funziona senza buona volontà) sarà esattamente come ti ha detto lui!
È veramente preparato nel suo mestiere!
A perfezionare il tutto, educazione, cortesia e soprattutto tanta umanità!
Super consigliato!
Daniele Bagnaresi
Daniele Bagnaresi
20:23 12 Mar 19
Professionista serio e preparato. Empatia e chiarezza ai massimi livelli.Assolutamente consigliato!
Fi Dee
Fi Dee
20:35 26 Nov 18
Mia esperienza con il dottore/collega é stata nel ambito scientifico. Il dott. Marchetti é un professionista disponibile e preparato, é stato un vero piacere sentire la sua presentazione
Marco Rosolin
Marco Rosolin
22:42 02 Nov 18
E' difficile trovare un professionista così serio e preparato e al tempo stesso in grado di metterti completamente a tuo agio
Eleonora Giansanti
Eleonora Giansanti
14:18 24 Sep 18
il dottore e attento e scrupoloso segue i suoi pazienti in tutto il loro percorso consiglio vivamente
Tony Sganga
Tony Sganga
16:23 12 Sep 18
Il Dottore Marchetti è il TOP dei NUTRIZIONISTI il numero 1 della categoria.
Mi ha cambiato la vita - 20kg.
È UN GRANDE!!!!!!!!!
Mauro Messi
Mauro Messi
11:15 12 Sep 18
Un professionista vero!!!
Umberto Rocci
Umberto Rocci
10:58 12 Sep 18
Un gigante!😎
Ottimo professionista!
Stefano Gervasi
Stefano Gervasi
10:49 12 Sep 18
Collega Preparatissimo!!!
Altre recensioni
js_loader

Valuta il tuo Fenotipo di Obesità determinando la tua % di massa grassa.
Scopri